La Contrada: senso di responsabilità

La Contrada ha effettuato una donazione all’Assessorato alle Politiche Sociali del nostro comune in favore delle famiglie bisognose.
Per noi contradaioli la Contrada è vita; e non lo è solo nell’affermazione del termine, ma nella realtà.
La Contrada ci accompagna durante la nostra quotidianità, scandendo come un orologio i tempi del nostro vissuto.
E quindi la Contrada è sempre presente: siamo Contrada quando ci divertiamo, e siamo Contrada quando le cose vanno in maniera diversa da come ce le immaginiamo.
Anche in questo particolare momento, dove il distanziamento sociale ci fa essere lontani, cerchiamo di essere presenti nel nostro territorio e nelle nostre famiglie. L’aspetto sociale della Contrada è un valore aggiunto per tutta la città; ce lo riconoscono tutti, dall’amministrazione comunale che ci supporta, ai contradaioli e anche gli altri cittadini che sono più distanti dal nostro modo di vivere.
Per questo non potevamo non rispondere che convintamente alla chiamata alla solidarietà, affinché tutti i Fucecchiesi trovino pari dignità nel momento più difficile della nostra storia dal dopoguerra ad oggi.
Oltre ad aver partecipato con entusiasmo alla consegna delle mascherine alla cittadinanza, per quanto concerne il nostro territorio, abbiamo stanziato una somma importante per l’emergenza. Tra le varie opportunità che sono state presentate in queste settimane, abbiamo deciso di devolvere il nostro contributo all’Assessorato alle Politiche Sociali del comune di Fucecchio, che li destinerà alle esigenze delle famiglie bisognose. Questo perché siamo convinti che realtà importanti come le nostre, in questo momento, debbano fare la loro parte. Riteniamo senza ombra di dubbio che è compito della comunità di appartenenza, e la Contrada è una di queste, diffondere la cultura della solidarietà, perché è solo attraverso la condivisione che si concretizza il concetto di bene comune.

Il responsabile dei comunicati stampa
Alessio Innocenti